commozione cerebrale legata ai cambiamenti cerebrali nelle persone a rischio genetico per l’Alzheimer

commozione cerebrale legata ai cambiamenti cerebrali nelle persone a rischio genetico per l’Alzheimer

admin ppks

1950 Posts

115 views

0

commozione cerebrale legata ai cambiamenti cerebrali nelle persone a rischio genetico per l’Alzheimer

"La buona salute del cervello è importante quanto una buona salute fisica", afferma. "Vi sono prove crescenti che l’allenamento cerebrale può essere utile per aumentare la cognizione e la salute del cervello, ma deve essere basata su una solida ricerca e sviluppata con i pazienti."

"Deve anche essere abbastanza divertente da motivare gli utenti Per mantenere i loro programmi ", aggiunge il Prof. Sahakian. "Il nostro gioco ci ha permesso di individuare il programma di allenamento cognitivo di un paziente e renderlo divertente e divertente da usare."

Successivamente, gli scienziati hanno in programma di condurre una sperimentazione su larga scala per indagare se questi benefici cognitivi durano Nel tempo.

Scopri come le attività stimolanti il ​​cervello potrebbero ridurre il rischio di compromissione cognitiva.

  • Alzheimer’s/Dementia
  • Studi clinici/studi farmacologici
  • Neurologia/Neuroscienze
  • Seniori/Invecchiamento

commozione cerebrale legata ai cambiamenti cerebrali nelle persone a rischio genetico per

la lesione cerebrale traumatica da moderata a grave è un fattore di rischio noto per le malattie che distruggono gradualmente il cervello-come la malattia di Alzheimer ad esordio tardivo. Ora, un nuovo studio collega lievi lesioni cerebrali traumatiche, o commozione cerebrale, nelle persone a rischio genetico per l’Alzheimer per il deterioramento del cervello accelerato e il declino mentale associati alla malattia.

Ricercatori, della Boston University School of Medicine (Busm ) in Massachusetts e i colleghi riportano i loro risultati – che mostrano promesse per aver rilevato l’effetto della commozione cerebrale sulla neurodegenerazione – nella rivista Brain.

Suggeriscono che il loro studio mostra che c’è bisogno di registrare anche la testa lieve lesioni perché, se combinate con rischio genetico, possono portare a problemi di salute a lungo termine, come le malattie del cervello.

Alzheimer è una malattia che attacca il cervello e gradualmente peggiora. È la forma di demenza più comune, un termine generale per il declino mentale che diventa abbastanza grave da interferire con la vita quotidiana.

È l’unica malattia tra le prime 10 cause di morte negli Stati Uniti che non possono essere prevenuto, guarito o addirittura rallentato.

Attualmente, oltre 5 milioni di persone negli Stati Uniti vivono con la malattia di Alzheimer. Questo numero dovrebbe crescere man mano che una maggiore generazione di baby boom entra nella fascia di età a maggior rischio per la malattia – 65 anni e più.

Nel loro background di studio, i ricercatori notano che la lesione cerebrale traumatica da moderata a grave è uno dei più forti fattori di rischio ambientale per l’Alzheimer ad esordio tardivo e altre malattie neurodegenerative. Tuttavia, non è così chiaro se lo stesso si applica a lievi lesioni cerebrali traumatiche o commozione cerebrale.

Le influenze di commozione cerebrale si collegano al rischio genetico

Il team ha studiato 160 veterani di guerra tra 19-58 anni dell’età che aveva prestato servizio in Iraq e in Afghanistan, a molti dei quali era stato diagnosticato un lieve lesione cerebrale traumatica e disturbo post-traumatico da stress (PTSD). Fatti veloci sulla malattia di Alzheimer

  • ogni 66 secondi, Qualcuno negli Stati Uniti sviluppa la malattia di Alzheimer
  • Alzheimer e altre forme di demenza costano alla nazione 236 miliardi di dollari nel 2016
  • La malattia uccide più adulti statunitensi rispetto al cancro al seno e al cancro alla prostata combinati.

Scopri di più sulle

I partecipanti sono stati sottoposti a scansioni di risonanza magnetica, da cui i ricercatori potrebbero misurare lo spessore nelle regioni cerebrali corticali note per deteriorarsi nella fase iniziale di Alzheimer e confrontarle con le misurazioni delle regioni di controllo.

I ricercatori hanno anche calcolato un punteggio di rischio genetico per l’Alzheimer Malattia per ciascun partecipante, confrontando i risultati dei loro test di genotipizzazione con le informazioni sui geni a rischio di uno studio di associazione a livello del genoma di Alzheimer di grandi dimensioni.

I risultati mostrano che la commozione cere malattia e spessore corticale. I partecipanti con commozione cerebrale e un alto rischio genetico avevano ridotto lo spessore corticale nelle regioni vulnerabili alla malattia di Alzheimer.

I ricercatori hanno anche scoperto che la commozione cerebrale e il rischio genetico elevato "hanno influenzato indirettamente le prestazioni della memoria episodica Le regioni cerebrali vulnerabili per la malattia di Alzheimer sono un meccanismo per la riduzione delle prestazioni della memoria. "

" Documenta tutti gli eventi di commozione cerebrale "

Il primo autore Jasmeet P. Hayes, assistente professore di psichiatria presso Busm, : "Abbiamo scoperto che avere una commozione cerebrale era associata a uno spessore corticale inferiore nelle regioni cerebrali che sono le prime ad essere colpite dalla malattia di Alzheimer."

Prof. Hayes – che è anche uno psicologo della ricerca presso il National Center for PTSD, VA Boston Healthcare System – sottolinea anche che hanno trovato queste anomalie cerebrali in un gruppo relativamente giovane di veterani, con un’età media di 32 anni.

dice che i risultati mostrano la promessa come un modo per rilevare il potenziale deterioramento del cervello che la commozione cerebrale potrebbe infliggere presto nella vita. Se la persona riferisce di avere solo il loro "campanello" ed è in grado di scrollarlo di dosso abbastanza rapidamente ", osserva il Prof. Hayes.

I ricercatori sperano che altri team possano ora prendere le loro scoperte ulteriormente ed esplorare i meccanismi che i meccanismi che Accelera l’insorgenza del deterioramento del cervello – non solo la malattia di Alzheimer, ma anche in altri disturbi neurodegenerativi, come la malattia di Parkinson e l’encefalopatia traumatica cronica. inizio della patologia neurodegenerativa. ”

Prof. Jasmeet P. Hayes

Scopri come l’esposizione al traffico può aumentare il rischio di demenza.

  • Alzheimer’s/Dementia
  • Neurologia/Neuroscienze
  • Medicina dello sport/fitness

  • Veterani/ex servicemen

Costipazione e gravidanza: cosa sapere

La costipazione è un sintomo molto comune che molte donne sperimentano durante la gravidanza.

Alcune donne hanno costipazione in una fase iniziale della gravidanza, mentre Non influisce su altre donne fino a molto più tardi.

In questo articolo, spieghiamo perché la costipazione è comune in gravidanza e discutono trattamenti sicuri e rimedi casalinghi che le donne possono usare per alleviare il disagio.

La causa della costipazione durante la gravidanza dipende dallo stadio in cui si verifica. Le possibili cause includono:

  • Ormoni: il cambiamento dei livelli di ormoni nella gravidanza precoce fa rallentare gli intestini il movimento delle feci attraverso l’intestino. Questo ritardo aumenta la quantità di acqua che il colon si assorbe dallo sgabello, il che rende più solido e difficile da passare.
  • Vitamine prenatali: le vitamine prenatali sono piene di ferro, un minerale cruciale che a volte può a volte essere carente durante la gravidanza. Il ferro può causare costipazione e feci nere dure.

Oltre ai movimenti intestinali rari, la costipazione può causare gonfiore, disagio dello stomaco e feci dure e asciutte che sono dolorose da passare. Può anche provocare la sensazione che non tutte le feci sono passate.

La costipazione può essere particolarmente a disagio durante la gravidanza.

Rimedi domestici

Durante la gravidanza, donne può spesso alleviare la costipazione usando rimedi casalinghi delicati e sicuri:

  • Fibra: prendere integratori in fibra o mangiare cibi più fibrosi, come frutta, verdura e cereali integrali, può aumentare il numero di sgabelli e facilitare il loro passaggio attraverso l’intestino. Gli adulti dovrebbero mangiare tra 28 e 34 grammi di fibre ogni giorno.
  • Fluido: bere abbastanza acqua è importante per mantenere le feci morbide e facili da passare. Se una persona sente che l’acqua non sta aiutando, può provare ad aggiungere zuppe limpide, tè e succhi di frutta o verdura addormentati naturalmente alla loro dieta.
  • Attività: essere attivi aiuta le feci a muoversi attraverso l’intestino. Fare esercizio fisico regolare, con l’approvazione di un medico, può aiutare ad alleviare la costipazione. Se l’esercizio fisico non è una priorità o una possibilità, prova ad adattarsi a una passeggiata delicata ogni giorno.
  • Probiotici: milioni di batteri sani vivono nell’intestino e aiutano a funzionare correttamente. I probiotici possono aiutare a ripopolare i batteri intestinali con ceppi sani che incoraggiano i movimenti intestinali normali e regolari. Gli alimenti ricchi di probiotici includono yogurt, crauti e kimchi.

Altri trattamenti

Se i rimedi domestici di cui sopra non funzionano, potrebbe essere il momento di discutere altre opzioni con Un medico.

Per le donne che assumono https://prodottioriginale.com/artrolux-crema/ vitamine prenatali ricche di ferro, i medici possono raccomandare di provare una vitamina che contiene meno ferro.

Il trattamento medico primario per la costipazione in gravidanza è un farmaco Chiamato lassativo, il che rende più facile e più comodo andare in bagno.

È generalmente sicuro usare lassativi delicati, ma è meglio evitare lassativi stimolanti perché possono indurre contrazioni uterine.

Sebbene molti lassativi siano disponibili al banco, è importante verificare con un medico che è sicuro da usare. Informazioni limitate sono disponibili sull’uso di alcuni di questi farmaci durante la gravidanza.

Le donne possono di solito utilizzare in modo sicuro i seguenti tipi di lassativi durante la gravidanza:

agenti di formatura sfusa

Gli agenti che formano in massa imitano la fibra aggiungendo materiale allo sgabello e aiutandolo ad assorbire più acqua. In questo modo, rendono lo sgabello più grande, più morbido e più facile da passare.

Questi tipi di lassativi possono causare un po ‘di crampi o disagio, quindi le persone dovrebbero iniziare con il dosaggio più basso e assicurarsi che bevono un sacco di Acqua.

Esempi di agenti a forma di massa includono psillio, metilcellulosa e policarbophil.

Amofitti di sgabelli

Gli addolcitori di sgabelli aggiungono acqua per aiutarlo a farlo aiutare a farlo aiutare a farlo aiutare a farlo aiutare a farlo aiutare a farlo aiutare a farlo aiutare più morbido e più comodo da passare.

Lo ammorbidente delle feci che i medici più comunemente raccomandano alle donne in gravidanza è Docusato (Colace).

Luxatives lubrificanti

Lassative lubrificanti Aggiungi Un rivestimento scivoloso per lo sgabello o l’interno del tratto intestinale per aiutare il passaggio dello sgabello fuori dal corpo.

Le supposte di glicerina sono un tipo di lassativo lubrificante. È essenziale parlare sempre con un operatore sanitario prima di utilizzare supposte, specialmente durante la gravidanza.

Lassativi osmotici

attirando più acqua nell’intestino, questi lassativi aiutano ad ammorbidire lo sgabello. Consentono inoltre all’intestino di contrarre di più per spostare lo sgabello. Questi tipi di lassativi possono anche causare crampi e gonfiori nell’addome.

Esempi di lassativi osmotici includono polietilenglicole e idrossido di magnesio.

Complicanze

Nella maggior parte dei casi , la costipazione in gravidanza è di breve durata e si risolve con un trattamento senza o minimo. In rari casi, tuttavia, la costipazione prolungata può causare l’impatto fecale, che potrebbe richiedere la rimozione da parte di un medico.

L’uso continuo di alcuni tipi di lassativi può far "dimenticare" l’intestino come spingere le feci attraverso l’intestino.

Questi farmaci possono anche causare squilibri di elettroliti o fluidi in alcune persone. Tali questioni di solito colpiscono le persone che hanno altri problemi di salute, come il diabete o la malattia renale.

È meglio parlare con un medico dei tipi di lassativi da prendere e di quanto spesso prenderli.

Quando vedere un medico

È fondamentale che le donne in gravidanza parlino con il proprio medico prima di assumere qualsiasi farmaco, inclusi lassativi o altri rimedi di costipazione.

Vedere anche un medico è Consigliabile se si verificano ulteriori sintomi, tra cui:

  • Nausea
  • Dolori di stomaco
  • Vomito
  • Costipazione che dura più a lungo di 1–2 settimane
  • sanguinamento dal retto
  • Nessun sollievo dopo aver usato un lassativo

Come sempre, menzionare altri sintomi o preoccupazioni per il medico per informazioni e consigli più specifici.

  • Sindrome dell’intestino irritabile
  • Gastrointestinale/gastroenterologia
  • Gravidanza/Ostetrica
  • Salute delle donne /Ginecologia

Il consumo di vitamina E riduce la possibilità di cancro al fegato

Gli individui potrebbero ridurre il rischio di sviluppare il cancro al fegato consumando più vitamina E, da integratori dietetici o vitaminici, secondo un nuovo studio.

Secondo lo studio, pubblicato nel Journal of the National Cancer Institute, il cancro al fegato è una delle principali cause della mortalità per il cancro nel mondo. Circa l’85% dei tumori del fegato si verifica nei paesi in via di sviluppo, con il 54% nella sola Cina.

La vitamina E è vitamina solubile in grasso che è considerata antiossidante. Inoltre, numerosi studi hanno indicato che la vitamina E può anche prevenire il danno al DNA.

Wei Zhang, M.D., MPH., Shanghai Cancer Institute, Renji Hospital, Shanghai Jiaotonn University School of Medicine e colleghi hanno deciso Determinare l’associazione tra assunzione di vitamina E e rischio di cancro al fegato.

I ricercatori hanno esaminato i dati di 132.837 persone in Cina che hanno partecipato allo studio sulla salute delle donne di Shanghai o allo studio per la salute degli uomini di Shanghai. I due studiati sono stati condotti congiuntamente dal Shanghai Cancer Institute e dalla Vanderbilt University.

Il team ha raccolto dati sulle abitudini dietetiche dei partecipanti, tramite sondaggi e interviste di persona. Ai partecipanti allo studio è stato chiesto con quale frequenza hanno consumato alcuni degli alimenti più popolari di Urban Shanghai e se hanno assunto integratori di vitamina. Assunzione di vitamina E.

L’analisi includeva 267 pazienti con carcinoma epatico a cui è stata diagnosticata la malattia entro due anni dall’arruolamento dello studio. L’assunzione di vitamina E dalla dieta e dall’uso degli integratori era entrambe legata a un rischio ridotto di sviluppare il cancro al fegato.

Secondo i ricercatori, questo collegamento era coerente tra i partecipanti con e senza malattia epatica auto-segnalata o una storia familiare di cancro al fegato.

Il team ha evidenziato di aver trovato una piccola differenza tra uomini e donne nella stima del rischio, che è probabilmente attribuibile a un minor numero di casi di cancro al fegato che si sono verificati tra i partecipanti di sesso maschile a causa del periodo di follow-up più breve.

Xiao Ou Shu, M.D., Ph.D. Professore di medicina presso il Vanderbilt Epidemiology Center, ha dichiarato:

“Abbiamo trovato una relazione chiara e inversa di risposta tra vitamina E e rischio per il cancro al fegato. E dalla dieta o dagli integratori era correlato a un basso rischio di cancro al fegato nelle persone di mezza età o anziane dalla Cina. ”

Il team ha scoperto che i partecipanti avevano maggiori probabilità di sviluppare il cancro al fegato, è consumato estremamente alto Livelli di vitamina C dagli integratori, avevano una storia familiare di cancro al fegato o LI auto-segnalato malattia ver. I ricercatori non hanno trovato alcuna associazione tra i partecipanti che avevano i più alti livelli di vitamina C o altre vitamine dal cibo con cancro al fegato.

Scritto da Grace Rattue

  • Cancro/oncologia
  • Malattia epatica/epatite

medicina convenzionale vs. complementare: differenze

La medicina convenzionale è il tipo più comune di medicina nel mondo occidentale. Molti tipi di medicina complementare sono in circolazione da centinaia di anni. Tuttavia, è solo negli ultimi decenni che i medici hanno iniziato a utilizzare medicinali complementari insieme a trattamenti convenzionali.

Medicina complementare e alternativa (CAM) è il termine per trattamenti che non fanno parte dell’assistenza sanitaria tradizionale. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) notano che mentre le persone utilizzano trattamenti alternativi al posto dei trattamenti standard, usano trattamenti complementari insieme a loro. Tipi, benefici e rischi. Copre anche le differenze e le somiglianze tra questi due tipi di medicina.

Contents